Abilità di counselling nel lavoro con la diade mamma-bambino

rapporto-madre-bambino-in-psicologia-cb2a4cd0

Finalità ed obiettivi:

Gli aspetti del counselling e della comunicazione sono importanti tanto quanto gli aspetti più tecnici per promuovere un aiuto efficace.

Il percorso intende introdurre i corsisti alle abilità di counselling e della relazione di aiuto con particolare riferimento al lavoro con le mamme ed i bambini.

A chi è rivolto:

Il percorso di formazione si rivolge a operatori alla pari e/o  operatori sanitari coinvolti nel lavoro di sostegno della mamma e della diade mamma-bambino.

Articolazione e tematiche

I modulo: Introduzione al counselling e definizione del campo di applicazione.

  • cos’è il counselling,
  • utilità del counselling nel lavoro con la diade mamma-bambino,
  • utilità del counselling nel lavoro con i gruppi di mamme;
  • il counselling nel lavoro con le famiglie (cenni);
  • Perché un operatore desidera aiutare le mamme e i bambini?
  • Ascoltare sé stessi per essere in ascolto dell’altro.

II modulo: Lo scopo del counselling nel supporto delle mamme.

  • Autonomia, solitudine e dipendenza
  • Rischi della relazione d’aiuto
  • Relazione distaccata e relazione confluente versus relazione empatica,
  • Atteggiamento interpretativo versus atteggiamento fenomenologico,
  • Dare consigli e fornire soluzioni,
  • Giudicare,
  • Burn out dell’operatore(cenni)

III modulo: Modalità di gestione di un colloquio con la mamma

  • Il setting,
  • Aprire e chiudere un colloquio,
  • Stabilire un rapporto di fiducia,
  • Congruenza comunicativa, comunicazione verbale e non verbale.

IV modulo: Le abilità di counselling

  • Formulare le domande ed esplorare i problemi,
  • Tipi di domande – domande che chiudono la comunicazione e domande che aprono la conversazione,
  • Metafore, mezzi creativi e altri mediatori della comunicazione,
  • Il ruolo del silenzio e dello “stare con”,
  • Dare feedback,
  • Usare il rinforzo positivo,
  • Porre obiettivi raggiungibili immediatamente.

V modulo: Il counselling nei gruppi di mamme.

  • Differenze tra intervento individuale ed intervento di gruppo;
  • setting – spazi, tempi e altre condizioni di contesto,
  • le regole del gruppo,
  • promuovere l’ascolto attivo tra i membri del gruppo,
  • promuovere un clima di fiducia,
  • promuovere le relazioni tra membri del gruppo.

Metodologia

La metodologia utilizzata per l’intervento formativo prevede l’alternarsi di metodi attivi ed esperienziali (lavori di gruppo, role play) con presentazioni teoriche per sistematizzare l’apprendimento.